Seleziona una pagina

di VitoSecco

credits photo Goffredo Sessa

Le piogge e il freddo di questo inizio di febbraio non hanno fermato la nostra scimmia urbana, che, imperterrita , non smette mai di suonare e di condurre nella nostra giungla d’asfalto artisti di grande talento; ed infatti la nuova ospite della rassegna “Sounds from the jungle vol.2”, in collaborazione con il Monkey Urban Jungle ,è stata la bravissima Serena Abrami.

Serena è una cantante e cantautrice marchigiana, per la precisione di Civitanova Marche, ed abbiamo il piacere di ospitarla ai nostri microfoni,prima del suo live al Monkey. La sua carriera in realtà parla da sola. Dopo la sua partecipazione alla seconda edizione di X-factor, viene subito notata da Ivano Fossati, che si innamora della sua voce, tanto da scriverle una canzone dal titolo “Tutto da rifare”, con la quale partecipa alle selezioni del festival di Sanremo 2010. Nel 2011 partecipa al 61°festival di Sanremo, nella categoria nuove proposte, con un brano “Lontano da tutto”, scritto e pensato per lei da un grande della musica italiana, Niccolò Fabi; dello stesso brano esce anche un videoclip,realizzato con il contributo della regione Marche e diretto da Rocco Papaleo. Lontano da tutto sarà anche il titolo del suo primo album,edito da EMI nello stesso anno. Da quel momento in poi sono tante le sue collaborazioni musicali con grandi artisti del panorama italiano come Max Gazzè, Alex Britti, Fiorella Mannoia e Luca Barbarossa. Nel 2016 esce il suo secondo album “Di imperfezione” le cui undici tracce vengono registrate tra il Nufabric Basement di Fermo ed il Panic Botton Studio di Londra, sotto la supervisione del fonico Steve Lyon, che ha collaborato con grandi della musica tra cui i Cure e i Depeche Mode; e la masterizzazione curata da Peter Maher, che vanta anch’esso importanti collaborazioni, tra cui i Rolling Stones e gli U2. Di lì a poco inizia il suo tour “D’imperfezione”, tuttora in corso, che ha raccolto più di 40 date in tutta Italia, fra cui anche quella di Battipaglia, che è stata per Serena in un certo senso un’esperienza inedita poiché,per ragioni logistiche di spazi, il live è stato presentato non in full band ma in duo elettroacustico, con l’accompagnamento della chitarra elettrica di Enrico Vitali. L’oretta in radio con Serena ed Enrico è stata una bellissima esperienza; Serena è un’artista e una persona straordinaria, che ti arriva in maniera immediata e pulita; e nonostante possa vantare una carriera già molto ricca ed importante, rimane una persona semplice e genuina. Già dai primi brani proposti in cabina, mi rendo immediatamente conto che di li a poco al Monkey avremmo assistito ad un grande live. Le mie aspettative non sono state disilluse. Serena è riuscita ad incantare tutti, grazie al suo modo schietto di porsi e di fare musica. Il suo live è stato intenso ed ipnotizzante; e nonostante sia stato presentato in duo, la sua forte anima rock è venuta fuori con tutta la sua potenza e la sua ruvida delicatezza. Oltre ai suoi brani inediti, Serena ci ha regalato anche bellissime cover come ‘Lieve’ dei Marlene Kuntz, arrangiate nel suo personalissimo stile. Noi di Radio BoOonzo non possiamo che ringraziarla per essersi raccontata un po’ ai nostri microfoni, per averci regalato il piacere di ascoltare la sua voce straordinaria; e soprattutto siamo onorati di aver conosciuto una persona unica sotto tutti i punti di vista. Auguriamo a Serena il meglio e speriamo di poterla avere ancora con noi al più presto.