Seleziona una pagina

Casabooonzo racconta un’innovativa quanto sui generis realtà nata da poco a Battipaglia (Sa). Due giovani professionisti Pier Francesco La Brocca e Sonia Tramontano hanno messo in piedi un avanguardistico spazio di co-working dove ogni giorno si lavora sulla linea del riuso e del riciclaggio di materiali.
Sebbene sembra un’insolita iniziativa per questo territorio, Refuse Factory si pone l’obiettivo, insieme a chiunque voglia collaborare e chiunque voglia donare di propria sponte materiale inutilizzato, di creare prodotti, installazioni ed oggetti usando materie di scarto.
I due giovani architetti hanno già all’attivo due interessanti progetti come il P-WAVE, un’installazione -percorso realizzato usufruendo di bottiglie di plastica e una meravigliosa borsa da mare creata con stoffe scartate e donate da un’azienda di tendaggi.
Ogni qualvolta devo discutere, parlare e scrivere sul “riciclare” mi viene in mente questo passo de “Le Città Invisibili” di Calvino, autore che aveva capito anzitempo quanto fosse indispensabile trovare il proprio ciclo ad un qualsiasi oggetto: “ l’arte di Leonia eccelle nel fabbricare nuovi materiali, più la spazzatura migliora la sua sostanza, resiste al tempo, alle intemperie, a fermentazioni e combustioni.”
Pertanto vi lascio alla piacevole intervista con loro e vi invito a riflettere su quanto siano indispensabili al giorno d’oggi queste tipo di attività.