Venerdì 21 giugno alle ore 18.30, presso la Galleria d’arte Perrotta in via Trento 58/A a Salerno, il primo grande appuntamento dedicato alla cultura e alle impressioni artistiche. Musicamento è il nuovo progetto che unisce arte e musica dell’ illustratore e pittore di origine salernitana Antonio Cotecchia: “Con questo termine voglio indicare un atteggiamento. Un invito a rendere la vita un’emozione unica, un ritmo musicale che serve a smuovere le coscienze di chi normalmente è abituato a vivere in modo subdolo, sulle emozioni e sulla sofferenze altrui.” Una mostra di incredibili suggestioni sentimentali che l’autore presenterà in prima persona, insieme con la giornalista de Il Mattino Barbara Landi, e che resterà aperta al pubblico per sette giorni all’interno della galleria d’arte di Salerno dei fratelli Enrico e Maurizio Perrotta.
Antonio Cotecchia, da molto tempo fautore di progetti artistici in cui la musica incontra i delicati tratti della sua pittura, durante la serata inaugurale metterà in scena una fantastica esibizione di live painting, facendosi accompagnare dalla melodia di due incredibili musicisti jazz, Alfonso Deidda (sax e pianoforte) e Aldo Vigorito (contrabbasso). Un momento di promozione culturale in cui diverse derivazioni artistiche si incontrano e danno vita ad uno spettacolo di intenso piacere ed emozione.
L’autore, laureato in pittura all’Accademia delle Belle Arti di Brera di Milano, ha sperimentato svariati concetti della creatività, fino ad approfondire competenze nel campo del web design e della progettazione grafica. La sua arte, è influenzata da diverse correnti artistiche, espressionismo, cubismo, futurismo e pop, sviluppando un racconto espresso dai personaggi e gli incastri di figure delle sue opere. Antonio da quando ha sviluppato il suo stile pittorico ha scelto di affidare i suoi sentimenti creativi alla musica perché crede che quest’ultima sia capace di rivelare la vera parte emozionale della società e della natura umana. “Mi piace raccontare quanto di più profondo si radica nella mia anima. Lo sporco, la paura, la gioia, il sentimento, la vita del mondo che si presenta ai miei occhi, si filtra tra le pieghe della mia coscienza e lì si radica.”
Un viaggio, di arte e sentimenti, che avremo modo di vivere dal 21 fino al 28 giugno, presso la Galleria d’arte Perrotta, un piccolo ma intenso luogo d’arte e promozione culturale, che da un po’ di tempo cerca di dare particolare rilievo a nuovi ed ambiziosi progetti artistici e creativi.