La nostra scimmia urbana delusa dalla mancata qualificazione dell’Italia ai mondiali di Russia, ha pensato di consolarsi prenotando le sue vacanze estive; ma prima di partire ha avuto comunque un pensiero per noi riservandoci altri due appuntamenti musicali che sono una vera e propria chicca. Per il penultimo, che si è tenuto proprio ieri sera al Monkey, è ritornata in terra romana per portarci una grande novità del panorama musicale capitolino: Maria Faiola. Classe 95’ Maria è una giovanissima artista polistrumentista che nella sua carriera,anche se breve, ha già avuto tante soddisfazioni. Oltre ad aver partecipato all’ottava edizione di X-factor, arrivando agli home visit, ha partecipato anche alle selezioni di Sanremo Giovani, entrando con il suo brano “terra dei fuochi” fra i primi 60 artisti, ed ha avuto anche la possibilità di esibirsi al cospetto di un guru della musica come Red Ronnie a casa Sanremo. Prima di intraprendere la sua carriera da solista ha fatto varie esperienza all’interno di gruppi RnB, Blues e Funk. Maria è una di quelle persone che si nutrono di musica, tanto da prendere la decisione coraggiosissima di abbandonare il lavoro a tempo indeterminato per seguire la sua passione cercando anche di renderla un lavoro, sostenuta e invogliata anche dalla famiglia. Seconda di quattro fratelli e con un papà musicista, ha sempre ascoltato musica di tutti i generi,spaziando dai mostri sacri della musica internazionale come i Queen e i Beatles; e i grandi classici italiani come Dalla e Battisti.



L’intervista in radio con Maria è stata piacevole e divertente. Abbiamo parlato un po’ di tutto: dai suoi gusti musicali, ai suoi hobby fino a confrontarci sul panorama della musica indipendente (e non) italiana. Maria ci ha regalato anche qualche suo brano live. La cosa che mi ha colpito di più di Maria è stata la sua semplicità disarmante: una persona vera e diretta che nonostante la sua giovane età è anche molto determinata e sa benissimo cosa vuole nella vita. Il suo live al Monkey è stato bello e coinvolgente. Oltre ai suoi brani Maria ci ha proposto pezzi storici come “Guarda che luna” di Fred Buscaglione e medley pop dei giorni nostri, da Calcutta ai TheGiornalisti, spaziando fra i generi con una tranquillità e un’assoluta padronanza, e un’incredibile capacità di reggere il palco, il tutto shakerato dalla sua suadente voce davvero spettacolare. Maria ieri è stata accompagnata dal suo mitico papa’ Filippo e durante il suo live ha raccontato tanti aneddoti della sua grande famiglia, che è sempre stata la sua spinta e il suo coraggio. Ed è proprio quel concetto che noi di Radio BoOonzo e Luca ed Umberto del Monkey cerchiamo di trasmettere e portare avanti: l’amore per le cose che si fanno, realizzate con la collaborazione e la spinta reciproca. Auguriamo a Maria di poter realizzare tutto quello che desidera e speriamo di riaverla presto dalle nostre parti.

ASCOLTA QUI L’INTERVISTA